Il volume, con lo stile narrativo inconfondibile che caratterizza i lavori del noto entomologo Gianumberto Accinelli, ci farà conoscere la straordinaria città d’oro delle api e il famoso e immateriale “spirito dell’alveare”.

Utilizzando una profonda conoscenza scientifica e nel contempo la sua spiccata capacità di divulgatore, ci svelerà l’esistenza di un architetto capace di costruire senza strumenti celle perfettamente esagonali e tutte uguali e ci condurrà in viaggio per il mondo in cerca della perduta (e fortunatamente ritrovata) ape italiana: la migliore di tutte.

Grazie alla sapiente ma leggera guida dell’autore, saremo in grado di capire il complesso linguaggio di questi insetti, l’unico, in tutto il mondo animale, “simbolico”: capace cioè di comunicare concetti astratti. E non solo: in queste pagine verranno chiarite anche le motivazioni della famigerata sindrome di spopolamento degli alveari di cui tanto si parla, mettendo in luce l’importante ruolo delle api nella biodiversità.

Accanto al testo, nel volume è presente anche una serie di immagini, testi poetici e aforismi dedicati alle “figlie del sole” per celebrarne la bellezza e lo stupore che tutti gli esseri umani, fin dall’alba della loro storia, hanno provato al loro cospetto.

E in chiusura, ad impreziosire l’intero lavoro, è collocata la Descrizione dell’ape (1630) dell’Accademico dei Lincei Francesco Stelluti, il primo studio sulla struttura anatomica dell’insetto basato sull’osservazione al microscopio galileiano.


€ 14,00 (IVA esente)